La Casa della Vergine Maria

La Casa della Vergine Maria (turco: Meryem Ana, Meryem Ana Evi o) è un santuario cattolico e musulmano situato sul Monte Pagos (turco: Bülbüldağı) nelle vicinanze di Efeso, 7 chilometri (4,3 miglia) da Selcuk.

La Casa della Vergine Maria
La casa è stata scoperta nel 19 ° secolo, seguendo le descrizioni delle visioni segnalati di Beata Anna Caterina Emmerich (1774-1824), una suora cattolica e visionario, che sono stati pubblicati in un libro da Clemens Brentano dopo la sua morte. La Chiesa cattolica non ha mai parlato a favore o contro l'autenticità della casa, ma mantiene ancora un flusso costante di pellegrinaggio fin dalla sua scoperta.

pellegrini cattolici che visitano la casa in base alla convinzione che Maria, la madre di Gesù, venne portato in questa casa pietra da San Giovanni, dove ha vissuto fino alla sua assunzione (secondo la dottrina cattolica) o Dormizione (secondo la credenza ortodossa) .

Il santuario ha ricevuto numerose benedizioni e le visite papali Apostolico di diversi papi, il primo pellegrinaggio da Leone XIII nel 1896, e più recentemente nel 2006 da Papa Benedetto XVI.


Il Santuario sé non è ampiamente grande, ma può essere descritta come una modesta cappella. Entrando nella cappella, un pellegrino viene trovato da un unico grande ambiente in cui un altare con una grande statua della Vergine Maria è ben visibile al centro. Sul lato destro, una stanza più piccola ---- è tradizionalmente associato con la camera reale dove si ritiene che la Vergine Maria ha dormito. tradizione mariana ritiene che una qualche forma di acqua utilizzata a scorrere come canale nella camera più piccola dove la Madonna riposato e dormiva.

Al di fuori del santuario c'è un particolare "muro desiderio" che i pellegrini hanno usato legare le loro desiderio personali su carta o tessuto. Una fontana di acqua o ben si trova nelle vicinanze, ritenuto da alcuni pellegrini che hanno poteri miracolosi di guarigione o fertilità.

Nei primi anni del XIX secolo, Anna Caterina Emmerich, paralizzato in Germania monaca agostiniana, ha raccontato una serie di visioni in cui raccontato gli ultimi giorni di vita e particolari della vita di Maria. Un libro basato sulle trascrizioni delle loro visioni segnalati viene pubblicato.

Una delle storie di Emmerich è stata una descrizione della casa che l'apostolo Giovanni fece costruire a Efeso per Maria, madre di Gesù, dove aveva vissuto fino alla fine della sua vita. Emmerich fornito una serie di dati sulla posizione della casa, e la topografia intorno:

Maria non visse ad Efeso, ma nel paese vicino. ... La casa di Maria era su una collina alla sinistra della strada da Gerusalemme, tre ore e mezzo di cammino da Efeso. Questa collina si appoggia Efeso.

Emmerich ha anche descritto i dettagli della casa, che è stato costruito con pietre rettangolari, le finestre erano alte in prossimità del tetto piano e composto da due parti con una casa nel centro della casa. Successivamente ha descritto la posizione di porte, la forma del camino, etc. Il libro contiene queste descrizioni è stato pubblicato nel 1852 a Munich, Germania.

Il 18 ottobre 1881, in base alle descrizioni del libro, un prete francese, l'abate Julien Gouyet scoperto un piccolo edificio in pietra su una collina affacciata sul Mar Egeo e le antiche rovine di Efeso in Turchia. Pensava che la casa è stata descritta da Emmerich e dove la Vergine Maria aveva vissuto gli ultimi anni della sua vita.

La scoperta del Abbe Gouyet non è stata presa sul serio dalla maggior parte delle persone, ma dieci anni più tardi, due missionari Lazzaristi, Padre Poulin e padre Jung, Smirne (Izmir) riscoperto l'edificio il 29 luglio 1891. hanno appreso che i resti di quattro mura e senza tetto erano stati a lungo venerato dai membri del villaggio di Sirince a circa 17 chilometri di distanza discendono dai primi cristiani di Efeso. La casa si chiama Panaya Kapulu ( "Porta alla Vergine"). Ogni anno i pellegrini hanno fatto un pellegrinaggio che si terrà il 15 agosto, data in cui la maggior parte del mondo cristiano celebra la Dormizione / Assunzione di Maria.

La parte restaurata della struttura si è distinta dai resti originali della struttura da una linea rossa dipinta.

La Chiesa cattolica romana non ha mai pronunciato sulla autenticità della casa, per mancanza di prove scientificamente accettabile. Tuttavia, la benedizione del primo pellegrinaggio da Papa Leone XIII nel 1896, ha adottato un atteggiamento positivo verso il sito.

Il sito viene visitato e venerato sia dai musulmani e cristiani. I pellegrini bevono da una fontana nella casa che si ritiene abbia proprietà curative. Una cerimonia liturgica si tiene qui ogni anno il 15 agosto, per commemorare l'Assunzione di Maria.

Papa Paolo VI ha visitato il santuario il 26 luglio 1967, Papa Giovanni Paolo II, il 30 novembre 1979. Benedetto XVI ha visitato questo Santuario il 29 novembre 2006, durante la sua visita di quattro giorni pastorale in Turchia.

Nessun commento: